architetture effimere (en)TEMPORARY ARCHITECTURE
DESIGN BY
PARTNER

Due giorni, sei tavoli di lavoro, due strategist, trenta menti creative, di varie età e formazioni, tre ambiti d’intervento.

Finalmente venire in Piazza Vetra sarà una vera e propria esperienza.Per creare uno spazio pubblico vivo – e vivibile – a tutte le ore, Il Prisma e Archistart hanno progettato tre architetture effimere che rappresentano diversi modi possibili di vivere il parco, per generare un immediato senso di appartenenza ma soprattutto un’innovativa #VetraVision.

Le tre installazioni rappresentano i tre ambiti di progettazione de Il Prisma – Cityscape, Destination, Worksphere e sono state progettate ispirandosi alle storie emerse da un’attività di ascolto e osservazione delle persone che vivono il quartiere e coinvolgendo in due giornate di workshop studenti dell’Istituto d’istruzione superiore Carlo Cattaneo di piazza Vetra e i designer di Archistart, organizzazione esperta in riqualificazione urbana.(en)Two days, six work tables, two strategists, thirty creative minds of various ages and backgrounds, three areas of intervention.

Finally, coming to Piazza Vetra will be a real experience.To create a living – and livable – public space, at all hours, Il Prisma and Archistart have designed three ephemeral architectures that represent different possible ways of experiencing the park, to generate an immediate sense of belonging but above all an innovative #VetraVision.

The three installations represent the three design areas of Il Prisma – Cityscape, Destination, Worksphere. The installations were designed and inspired by the stories that emerged from an activity of listening and observing the people living in the neighborhood. Also, great help came from a two-days workshop, that involved both students from the Higher education institution Carlo Cattaneo in Piazza Vetra and the designers of Archistart, an expert organization in urban redevelopment.

INSTALLAZIONI (en)installations
Foto di Vito Corvasce(en)Picture taken by Vito Corvasce
Cityscape

L’intenzione è attirare le persone, connetterle con la nuova anima del parco. La luce, le forme, le convergenze. Costringere a rallentare il passo, favorire l’interazione. Sorprendere ma anche informare su quello che avverrà nel corso della serata, all’interno degli spazi espositivi.

L’installazione Cityscape saluta i passanti, dà loro il benvenuto all’interno di uno spazio che ora è anche loro – al cui interno possono muoversi a una velocità da scegliere in autonomia. Un chiaro invito a una condivisione di momenti, parole, idee.(en)The intention is to attract people, connect them with the new soul of the park. Light, shapes, convergences. Force to slow down, encourage interaction. To surprise but also to inform about what will happen during the evening, inside the exhibition spaces.

The Cityscape installation greets passers-by, welcoming them inside a space that is now also theirs – inside which they can move at a speed to choose independently. A clear invitation to share moments, words, ideas.

Destination

Piazza Vetra come centro di nuove suggestioni ed esperienze inaspettate. Come? Grazie a un punto di vista innovativo – oltre che mutevole. L’installazione Destination si muove su tre assi: la basilica di San Lorenzo Maggiore, l’Istituto Carlo Cattaneo, il Vetra Building.

A partire da loro, i visitatori avranno la possibilità di diventare protagonisti dell’esperienza, creando direttamente la prospettiva da cui osservare, ma soprattutto interagire con, l’universo che lo circonda. (en)Piazza Vetra as a center of new suggestions and unexpected experiences. Such as? Thanks to an innovative point of view – as well as changing. The Destination installation moves on three axes: theBasilica of San Lorenzo Maggiore, the Carlo Cattaneo Institute, the Vetra Building. Starting from them, visitors will have the opportunity to become protagonists of the experience, directly creating the perspective from which to observe the universe that surrounds it.

Foto di Vito Corvasce(en)Picture taken by Vito Corvasce
Foto di Vito Corvasce(en)Picture taken by Vito Corvasce
Worksphere

Un luogo da vivere non solo nel tempo libero, ma anche e soprattutto quando si lavora, si studia, si riflette.

Una dimensione collettiva che permette al singolo di concentrarsi – senza distrarsi – sugli attimi che passano, facilitando lo sviluppo di punti di vista che invogliano una percezione creativa. Una promozione diffusa del lavoro informale, del collective learning, del lasciarsi influenzare dallo spazio e dagli individui. (en)A place to live not only in your free time but also and above all when working, studying and reflecting.

A collective dimension that allows the individual to concentrate – without distraction – on the moments that pass, facilitating the development of points of view that encourage a creative perception. Widespread promotion of informal work, of collective learning, of letting oneself be influenced by space and by individuals.